Studio Legale Chionchio http://www.studiochionchio.it Wed, 25 Apr 2018 14:17:22 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Imposta di bollo – Esenti i certificati anagrafici per notifica http://www.studiochionchio.it/news/imposta-di-bollo-esenti-i-certificati-anagrafici-per-notifica/ http://www.studiochionchio.it/news/imposta-di-bollo-esenti-i-certificati-anagrafici-per-notifica/#respond Tue, 19 Apr 2016 10:02:47 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=301 Con Risoluzione n. 24/E del 18 aprile 2016 la Direzione Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, interpellata dal Ministero dell’Interno ha finalmente chiarito che << i certificati anagrafici richiesti dagli studi legali ad uso notifica atti giudiziari devono ritenersi esenti dall’imposta di bollo, ai sensi dell’articolo 18 del DPR n. 115 del 2002, in quanto, trattasi […]

The post Imposta di bollo – Esenti i certificati anagrafici per notifica appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Con Risoluzione n. 24/E del 18 aprile 2016 la Direzione Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, interpellata dal Ministero dell’Interno ha finalmente chiarito che << i certificati anagrafici richiesti dagli studi legali ad uso notifica atti giudiziari devono ritenersi esenti dall’imposta di bollo, ai sensi dell’articolo 18 del DPR n. 115 del 2002, in quanto, trattasi di atti funzionali al procedimento giurisdizionale >>.

In buona sostanza l’Agenzia delle Entrate ritiene che l’introduzione del “Contributo Unificato” (anche per i procedimenti concorsuali e di volontaria giurisdizione) abbia comportato, ai sensi della su richiamata norma del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, la non applicabilità dell’imposta di bollo agli atti e provvedimenti processuali, inclusi quelli << antecedenti, necessari o funzionali >>, tra i quali rientrano, appunto, i certificati anagrafici richiesti dagli avvocati per procedere alla notifica degli atti giudiziari.

Si consiglia pertanto, al momento della richiesta dei certificati in discorso, di far riferimento tanto alla norma del Testo Unico quanto alla Risoluzione in commento.

The post Imposta di bollo – Esenti i certificati anagrafici per notifica appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/imposta-di-bollo-esenti-i-certificati-anagrafici-per-notifica/feed/ 0
Cassazione – Liquidazione compensi civili http://www.studiochionchio.it/news/cassazione-liquidazione-compensi-civili/ http://www.studiochionchio.it/news/cassazione-liquidazione-compensi-civili/#respond Thu, 03 Mar 2016 15:12:30 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=294 Con sentenza n. 4002 del 13/10/15, depositata in cancelleria il 29/2/16, la Sesta Sezione Civile della Corte di Cassazione fa un po’ di chiarezza in ordine al rito applicabile al giudizio per la liquidazione dei compensi relativi alle prestazioni giudiziali degli avvocati in materia civile, dopo l’entrata in vigore del D. Lgs. n. 150/2011 sulla […]

The post Cassazione – Liquidazione compensi civili appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Con sentenza n. 4002 del 13/10/15, depositata in cancelleria il 29/2/16, la Sesta Sezione Civile della Corte di Cassazione fa un po’ di chiarezza in ordine al rito applicabile al giudizio per la liquidazione dei compensi relativi alle prestazioni giudiziali degli avvocati in materia civile, dopo l’entrata in vigore del D. Lgs. n. 150/2011 sulla riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, e del relativo art. 14.

Come è noto, in virtù di una posizione giurisprudenziale formatasi sotto la vigenza del pregresso dettato dell’art. 28 della Legge n. 794 del 13/6/1942, era opinione comune che lo speciale procedimento camerale ivi disciplinato fosse limitato solo alla determinazione del quantum dovuto al professionista, e non si estendeva anche all’an della pretesa; sicché nel caso in cui, con la sua costituzione, il convenuto avesse proposto contestazioni anche sui presupposti del diritto al compenso, si sarebbe dovuto applicare obbligatoriamente il rito ordinario.

Non v’era peraltro univocità di vedute in dottrina e giurisprudenza in ordine al provvedimento da pronunciarsi in casi del genere, se cioè si dovesse disporre il mutamento del rito ovvero si dovesse semplicemente dichiarare l’inammissibilità del ricorso.

Con la pronuncia in esame La Suprema Corte, dopo un articolata analisi della legge di delega n. 69 del 18/6/2009 (della quale il predetto D. Lgs. 150/2011 costituisce attuazione) nonché delle tesi sussistenti in dottrina e giurisprudenza, conclude nel senso che << Le controversie previste dall’articolo 28 della legge 13 giugno 1942, n. 794, come modificato dall’art. 34 D. Lgs. n. 150/2011, ed a seguito dell’abrogazione degli artt. 29 e 30 Legge n. 794/1942, per la liquidazione delle spese, degli onorari e dei diritti nei confronti del proprio cliente da parte dell’avvocato devono essere trattate con la procedura prevista dall’art. 14 del decreto legislativo 1° settembre 2011, n. 150 anche in ipotesi che la domanda riguardi l’an della pretesa, senza possibilità per il giudice adito di trasformare il rito sommario in rito ordinario o di dichiarare l’inammissibilità della domanda >>, e ciò in base alla considerazione che << la tipologia del rito [applicabile] è il frutto di una decisione legislativa senza possibilità di scelte discrezionali della parte o del giudice >>.

In buona sostanza, ponendo fine ad una situazione di incertezza (e per certi versi grottesca), la Cassazione ha statuito che nella richiesta della liquidazione dei compensi per le prestazioni giudiziali in materia civile sono possibili solo due strade: o il rito speciale di cui all’art. 14 del D. Lgs. n. 150/2011, ovvero il ricorso per Decreto Ingiuntivo, con la precisazione che, anche in quest’ultimo caso, l’eventuale giudizio di opposizione sarà trattato nelle medesime forme del rito speciale.
Viene pertanto esclusa la percorribilità del giudizio ordinario che, qualora introdotto, vedrà presumibilmente una pronuncia di mutamento di rito.

The post Cassazione – Liquidazione compensi civili appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/cassazione-liquidazione-compensi-civili/feed/ 0
PCT – Nuova circolare adempimenti di cancelleria http://www.studiochionchio.it/news/pct-nuova-circolare-adempimenti-di-cancelleria/ http://www.studiochionchio.it/news/pct-nuova-circolare-adempimenti-di-cancelleria/#respond Fri, 23 Oct 2015 18:07:54 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=288 A poco meno di un anno dalla precedente è stata pubblicata oggi la nuova Circolare della Direzione Generale della Giustizia Civile, relativa agli “Adempimenti di cancelleria relativi al Processo Civile Telematico“. La circolare costituisce un testo consolidato che aggiorna e sostituisce le precedenti circolari del 27 giugno 2014 e del 28 ottobre 2014 in materia.

The post PCT – Nuova circolare adempimenti di cancelleria appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
A poco meno di un anno dalla precedente è stata pubblicata oggi la nuova Circolare della Direzione Generale della Giustizia Civile, relativa agli “Adempimenti di cancelleria relativi al Processo Civile Telematico“.

La circolare costituisce un testo consolidato che aggiorna e sostituisce le precedenti circolari del 27 giugno 2014 e del 28 ottobre 2014 in materia.

The post PCT – Nuova circolare adempimenti di cancelleria appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/pct-nuova-circolare-adempimenti-di-cancelleria/feed/ 0
Danno biologico – Importi microinvalidità 2015 http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-importi-microinvalidita-2015/ http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-importi-microinvalidita-2015/#respond Fri, 17 Jul 2015 16:31:40 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=283 Con D.M. del 25 giugno 2015 (in G.U.R.I., Serie Generale, n.162, del 15 luglio 2015) il Ministro dello Sviluppo Economico ha aggiornato gli importi per il risarcimento del danno biologico per le lesioni di lieve entità derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, ossia per le microinvalidità (inferiori al […]

The post Danno biologico – Importi microinvalidità 2015 appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Con D.M. del 25 giugno 2015 (in G.U.R.I., Serie Generale, n.162, del 15 luglio 2015) il Ministro dello Sviluppo Economico ha aggiornato gli importi per il risarcimento del danno biologico per le lesioni di lieve entità derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, ossia per le microinvalidità (inferiori al 9%) di cui all’art. 139 del Codice delle Assicurazioni Private (D. Lgs. 7 settembre 2005 n. 209).

Pertanto, a decorrere dal mese di aprile 2015, i suddetti importi saranno:

Euro 793,52, per quanto riguarda il primo punto di invalidità permanente;

Euro 46,29, per quanto riguarda  ogni giorno di inabilità assoluta.

The post Danno biologico – Importi microinvalidità 2015 appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-importi-microinvalidita-2015/feed/ 0
“Divorzio Breve” – In vigore la nuova disciplina http://www.studiochionchio.it/news/divorzio-breve-in-vigore-la-nuova-disciplina/ http://www.studiochionchio.it/news/divorzio-breve-in-vigore-la-nuova-disciplina/#respond Tue, 26 May 2015 07:40:46 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=276 Entra in vigore in data odierna la Legge 6 maggio 2015 n. 55 sul cosiddetto “Divorzio Breve” (“Disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”, in G.U.R.I., Serie Generale, n.107 del 11 maggio 2015). Il provvedimento legislativo va a completare il quadro normativo già […]

The post “Divorzio Breve” – In vigore la nuova disciplina appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Entra in vigore in data odierna la Legge 6 maggio 2015 n. 55 sul cosiddetto “Divorzio Breve” (“Disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”, in G.U.R.I., Serie Generale, n.107 del 11 maggio 2015).

Il provvedimento legislativo va a completare il quadro normativo già ridisegnato con le recente di Legge n. 162/14 (di conversione del Decreto Legge n. 132/14 recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile) dando nuovo impulso alla disciplina della separazione e del divorzio e con il chiaro intento di “accelerare” le relative procedure e, di conseguenza, il cambiamento di “status” delle parti interessate.

La legge interviene sulla materia con tre articoli.

Con il primo il legislatore riduce notevolmente i tempi per un’eventuale riconciliazione in fase di separazione, riducendo il termine per l’introduzione della domanda di divorzio, sicché per poter procedere con la domanda di divorzio da oggi sarà sufficiente il trascorrere di 12 mesi di separazione ininterrotta dei coniugi per le separazioni giudiziali (decorrenti dalla data udienza presidenziale) e di 6 mesi per quelle consensuali o trasformate da giudiziali in consensuali in corso di causa.

Parimenti deve ragionevolmente ritenersi, anche nel silenzio del dato normativo, che i sei mesi per inoltrare la domanda di divorzio debbano decorrere anche dalla data di sottoscrizione dell’accordo di separazione innanzi all’ufficiale dello stato civile ovvero dalla data certificata nell’accordo di separazione concluso a mezzo di convenzione di negoziazione assistita.

L’altra novità introdotta con il secondo articolo della legge in commento riguarda l’anticipazione dello scioglimento della comunione legale dei coniugi al momento del provvedimento Presidenziale di autorizzazione dei coniugi a vivere separati ovvero, nel caso di separazione consensuale, dalla data di sottoscrizione del processo verbale davanti al Presidente; non deve pertanto più attendersi il passaggio in giudicato della sentenza di separazione giudiziale o del decreto di omologa di quella consensuale.

L’ultimo articolo disciplina, infine, la fase transitoria e prevede che la novella legislativa sul divorzio breve si applichi alle domande di divorzio proposte dopo l’entrata in vigore della legge, anche qualora sia ancora pendente il procedimento di separazione personale.

The post “Divorzio Breve” – In vigore la nuova disciplina appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/divorzio-breve-in-vigore-la-nuova-disciplina/feed/ 0
Convertito in Legge D.L. sul processo civile http://www.studiochionchio.it/news/convertito-in-legge-il-d-l-sul-processo-civile/ http://www.studiochionchio.it/news/convertito-in-legge-il-d-l-sul-processo-civile/#respond Tue, 11 Nov 2014 08:41:47 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=244 È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale di ieri (G.U.R.I., Serie Generale, n. 261 del 10 novembre 2014, Suppl. Ord. n. 84) la Legge 10 novembre 2014, n. 162 di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 12 settembre 2014, n. 132, recante “Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile”. La […]

The post Convertito in Legge D.L. sul processo civile appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale di ieri (G.U.R.I., Serie Generale, n. 261 del 10 novembre 2014, Suppl. Ord. n. 84) la Legge 10 novembre 2014, n. 162 di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 12 settembre 2014, n. 132, recante “Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile”.

La legge di conversione entra in vigore l’11 novembre 2014, pertanto è da tale giorno che devono computarsi i termini previsti per l’entrata in vigore dalle singole norme del D.L..

The post Convertito in Legge D.L. sul processo civile appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/convertito-in-legge-il-d-l-sul-processo-civile/feed/ 0
Danno biologico – aggiornati importi microinvalidità http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-aggiornati-importi-microinvalidita/ http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-aggiornati-importi-microinvalidita/#respond Mon, 07 Jul 2014 09:02:32 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=236 Con D.M. del 20 giugno 2014 (in G.U.R.I., Serie Generale, n.153, S.O. n.50, del 4 luglio 2014) il Ministro dello Sviluppo Economico ha aggiornato gli importi per il risarcimento del danno biologico per le lesioni di lieve entità derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, ossia per le microinvalidità […]

The post Danno biologico – aggiornati importi microinvalidità appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Con D.M. del 20 giugno 2014 (in G.U.R.I., Serie Generale, n.153, S.O. n.50, del 4 luglio 2014) il Ministro dello Sviluppo Economico ha aggiornato gli importi per il risarcimento del danno biologico per le lesioni di lieve entità derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, ossia per le microinvalidità (inferiori al 9%) di cui all’art. 139 del Codice delle Assicurazioni Private (D. Lgs. 7 settembre 2005 n. 209).

Pertanto, a decorrere dal mese di aprile 2014, i suddetti importi saranno:

Euro 795,91, per quanto riguarda il primo punto di invalidità permanente;

Euro 46,43, per quanto riguarda  ogni giorno di inabilità assoluta.

The post Danno biologico – aggiornati importi microinvalidità appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/danno-biologico-aggiornati-importi-microinvalidita/feed/ 0
Nuove disposizioni PCT e aumento del Contributo Unificato http://www.studiochionchio.it/news/nuove-disposizioni-pct-aumento-contributo-unificato/ http://www.studiochionchio.it/news/nuove-disposizioni-pct-aumento-contributo-unificato/#respond Wed, 25 Jun 2014 15:37:54 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=225 Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di ieri (G.U.R.I., Serie Generale, n.144 del 24 giugno 2014) il Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari“, con diverse novità in tema di PCT, tra le quali si segnalano di seguito quelle che riteniamo […]

The post Nuove disposizioni PCT e aumento del Contributo Unificato appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di ieri (G.U.R.I., Serie Generale, n.144 del 24 giugno 2014) il Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari“, con diverse novità in tema di PCT, tra le quali si segnalano di seguito quelle che riteniamo le più rilevanti, ricordando che il provvedimento entra in vigore oggi 25 giugno 2014.

In primo luogo con l’art.44 del D.L. si dispone che il (temuto) deposito telematico obbligatorio (art.16-bis, co. 1, 2 e 3, D.L. n.179 del 18/10/2012, come convertito con modificazione, dalla L. n.221 del 17/12/12) verrà applicato solo per i procedimenti introdotti innanzi ai tribunali ordinari a far data dal 30 giugno 2014, per quelli introdotti precedentemente a tale data l’applicazione della predetta normativa decorrerà dal 31 dicembre 2014.
Rimane ferma la “facoltà” di provvedere al deposito telematico, in tal caso il deposito si perfezionerà esclusivamente in modalità telematica.
Viene invece rinviato al 30 giugno 2015 l’obbligo del deposito telematico innanzi alle Corti di Appello.

In entrambi i casi (Tribunale o Corte d’Appello), con decreti (non aventi natura regolamentare) il Ministro della Giustizia può individuare, anche per specifiche categorie di procedimenti, gli Uffici (Tribunali o Corti d’Appello) in cui viene anticipato il termine fissato dalla legge per l’obbligatorietà del deposito telematico (art. 16-bis, co. 5 e 9-ter, D.L. n. 179/2012).

Rilevanti sono altresì le modifiche al c.p.c. in tema di sottoscrizione del verbale e di comunicazione della sentenza.
Sotto il primo profilo (modificando gli artt.126, co.2, e 207, co.2, c.p.c.) si prevede che il verbale venga sottoscritto esclusivamente dal cancelliere (viene così soppressa anche la previsione della sottoscrizione del verbale da parte del testimone).
Sotto il secondo profilo, mediante la modifica dell’art.133 c.p.c. viene disposto che il cancelliere dia notizia dell’avvenuto deposito in cancelleria della sentenza mediante biglietto di cancelleria contenente << il testo integrale della sentenza >> (art. 45 D.L. in discorso) e non già il testo del solo dispositivo.

Sempre per ciò che attiene le modifiche al codice di procedura civile, il provvedimento in oggetto interviene anche in punto di vendita delle cose mobili pignorate con modalità telematiche (art.48 del D.L., a cui si rimanda, le cui disposizioni in realtà si applcheranno alle vendite disposte a decorrere dal trentesimo giorno successivo all’entrata in vigore della legge di conversione).

L’art.46 D.L. n.90/2014 modifica parzialmente la disciplina delle notifiche “in proprio” da parte dell’avvocato (L. n.53 del 21 gennaio 1994), prevedendo che, ferme restando le altre condizioni di cui all’art.1 della L. n.53/1994 (procura alle liti, materia civile, amministrativa o stragiudiziale), non c’è più bisogno dell’autorizzazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di appartenenza qualora la notificazione avvenga a mezzo Posta Elettronica Certificata, ed in questo caso non è neppure dovuto il pagamento della marca da bollo.

Con l’art.51 il D.L. in nota sembra risolvere, tra l’altro, anche la questione della tempestività del deposito telematico; a disposizione modifica difatti il settimo comma dell’art.16-bis D.L. n.179/2012 specificando che il deposito risulta essere tempestivo << quando è eseguito entro la fine del giorno di scadenza >>, e non quindi allorché effettuato entro le ore 14,00 del giorno di scadenza, come si temeva.

Il D.L. provvede anche ad integrare la disciplina delle “copie informatiche”, introducendo il comma 9-bis all’art.16-bis del più volte citato D.L. 179/2012.
In base al nuovo disposto introdotto dall’art.52, co.1, lettera “a)” D.L. n.90/2014, le copie informatiche di atti processuali presenti nei fascicoli informatici equivalgono all’originale, in questo caso il difensore, il consulente tecnico, il professionista delegato, il curatore ed il commissario giudiziale possono estrarre con modalità telematiche duplicati, copie analogiche o informatiche degli atti ed attestare la conformità delle copie estratte ai corrispondenti atti contenuti nel fascicolo informatico; le copie analogiche ed informatiche munite di tale attestazione di conformità equivalgono all’originale.
Si badi però che le disposizioni del suddetto comma << non si applicano agli atti processuali che contengono provvedimenti giudiziali che autorizzano il prelievo di somme di denaro vincolate all’ordine del giudice>>.
Le copie così estratte sembrerebbero essere esenti dal diritto di copia (in virtù delle modifiche apportate dall’art.52, co.2 D.L. n.90/2014, al T.U. sulle spese di giustizia).

Col provvedimento in nota viene altresì inserito l’art.16-sexies al D.L. n.179/2012 (“Domicilio digitale”), in cui si prevede che, nei casi in cui la legge prevede la notificazione presso la Cancelleria dell’Ufficio giudiziario possa procedersi secondo tale modalità esclusivamente << quando non sia possibile, per causa imputabile al destinatario, la notificazione presso l’indirizzo di posta elettronica certificata, risultante dagli elenchi di cui all’articolo 6-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, nonché dal registro generale degli indirizzi elettronici, gestito dal ministero della giustizia>>.

Infine il punto dolente; per far fronte alle minori entrate derivanti dalle disposizioni del provvedimento commentato, l’art.53 dello stesso prevede l’aumento del contributo unificato.

Stante la mancanza, al momento in cui si scrive, di tabelle aggiornate, si rinvia al testo dell’articolo per l’individuazione dei nuovi importi.

The post Nuove disposizioni PCT e aumento del Contributo Unificato appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/nuove-disposizioni-pct-aumento-contributo-unificato/feed/ 0
Lo Studio Legale Chionchio sostiene Emergency http://www.studiochionchio.it/news/studio-legale-chionchio-sostiene-emergency/ http://www.studiochionchio.it/news/studio-legale-chionchio-sostiene-emergency/#respond Fri, 16 May 2014 11:04:13 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=220 Lo Studio Legale Chionchio sostiene Emergency ed invita a fare lo stesso. Emergency è un’associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Oltre alla devoluzione del “5 per mille” (indicando il seguente codice fiscale: 971 471 […]

The post Lo Studio Legale Chionchio sostiene Emergency appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Lo Studio Legale Chionchio sostiene Emergency ed invita a fare lo stesso.

Emergency è un’associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

Oltre alla devoluzione del “5 per mille” (indicando il seguente codice fiscale: 971 471 101 55), è possibile contribuire economicamente all’attività di Emergency in svariati modi, sia come privati cittadini che come aziende.

Fino al 20 maggio 2014, poi, in occasione dei vent’anni delll’ONG e della “Partita del cuore”, è possibile mandare un SMS solidale al (o chiamare da rete fissa il) 45503.

Sostenete Emergency, anche un piccolo contributo può essere importante.

The post Lo Studio Legale Chionchio sostiene Emergency appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/studio-legale-chionchio-sostiene-emergency/feed/ 0
In Gazzetta Ufficiale i nuovi parametri forensi http://www.studiochionchio.it/news/in-gazzetta-ufficiale-i-parametri-forensi/ http://www.studiochionchio.it/news/in-gazzetta-ufficiale-i-parametri-forensi/#respond Wed, 02 Apr 2014 16:08:45 +0000 http://www.studiochionchio.it/?p=207 Pubblicato (finalmente) in Gazzetta Ufficiale (G.U.R.I., Serie Generale, n.77 del 2 aprile 2014), il Decreto del Ministero della Giustizia n.55 del 10 marzo 2014, ossia il “Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n.245” (qui in […]

The post In Gazzetta Ufficiale i nuovi parametri forensi appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
Pubblicato (finalmente) in Gazzetta Ufficiale (G.U.R.I., Serie Generale, n.77 del 2 aprile 2014), il Decreto del Ministero della Giustizia n.55 del 10 marzo 2014, ossia il “Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n.245” (qui in formato pdf), meglio noto come decreto sui nuovi parametri forensi.

Per espressa previsione del suo art.29, il D.M. n.55/2014 entrerà in vigore il 3 aprile 2014, ossia il giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

The post In Gazzetta Ufficiale i nuovi parametri forensi appeared first on Studio Legale Chionchio.

]]>
http://www.studiochionchio.it/news/in-gazzetta-ufficiale-i-parametri-forensi/feed/ 0